Gomez e Barella, il vecchio e il nuovo trequartista. Nicolò è il raumdeuter di Conte

Il confronto tra i due giocatori che interpretano lo stesso ruolo in maniera diversa e sanno offrire caratteristiche uniche

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Alla vigilia della sfida tra Atalanta e Inter, La Gazzetta dello Sport ha parlato di una serie di duelli che prenderanno vita nella partita di Bergamo, ruolo per ruolo. Uno dei confronti è quello tra Barella e Papu Gomez. “”Uno ha il “10” sulle spalle e l’estro nei piedi. L’altro porta il “23” in omaggio a LeBron James, il suo idolo nel basket, che non a caso ha rivoluzionato il concetto di ruolo in Nba”, esordisce La Gazzetta dello Sport.

Getty Images

Da un lato l’argentino, trequartista “vero e nel vecchio senso della parola”. Papu fa quel tipo di mestiere, lo interpreta in maniera nuova perché si abbassa molto a ricevere il pallone mentre negli ultimi venti metri riesce a fare “di tutto”: dribbling, assist e gol. Ne ha fatti quattro finora. Barella viene definito “l’incursore, il “raumdeuter” di Antonio Conte, per dirlo alla tedesca. Il suo compito è leggere e occupare gli spazi, non solo per essere pericoloso in prima persona, ma soprattutto per facilitare i compagni”.

Getty Images

A Papu Gomez viene riconosciuta anche la capacità di trasformarsi da uomo della trequarti a centrocampista. Barella non ha i suoi stessi piedi, ma oltre ai polmoni (aiuta nel pressing tantissimo) è capace di incidere in attacco. In CL ha fatto un assist al volo che Lautaro poi ha potuto solo trasformare in gol. Lui uno lo cerca ancora dopo aver colpito pali e traverse.

(Fonte: La Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy