Perrone: “Sarebbe il caso che qualcuno rifilasse un paio di scapaccioni a Mourinho”. Poi spiega…

Perrone: “Sarebbe il caso che qualcuno rifilasse un paio di scapaccioni a Mourinho”. Poi spiega…

Roberto Perrone fa discutere con il suo editoriale su Juve-Manchester United

di Redazione1908

Roberto Perrone, nel suo editorial per il Corriere dello Sport, attacca senza mezzi termini Jose Mourinho, reo di aver mostrato l’orecchio allo Juventus Stadium dopo la vittoria del Manchester United: Nulla è perduto, però bisogna buttare la copertina. Il bellissimo gol di Cristiano Ronaldo che per il primo urrà con la maglia bianconera crea qualcosa di antologico finisce in seconda pagina, dietro questa sconfitta beffarda.  

CR7 non si inventa una rovesciata spettacolare come quella con cui aveva strappato gli applausi degli allora nemici juventini, ma qualcosa di simile. Straordinario. Il giusto premio per una partita dominata, con due pali e tante altre occasioni fallite per un soffio. Tanta superiorità non certificata dal raddoppio per faciloneria, per supponenza. Una gara senza sbavature, senza errori difensivi, con il Manchester United in balia delle maglie bianconere come all’andata. Poi, nel finale, ingenuità, scarsa attenzione sfortuna hanno avvantaggiato una sconfitta apparentemente priva di senso. Dalla qualificazione con il primo posto, dalla qualificazione comunque, al tutto rimandato.  

E invece un senso ce l’ha, eccome. E forse è meglio che sia capitata adesso, quando la Juventus può ancora vincere il girone e quindi lasciarsi alle spalle i segni dello scapaccione rimediato dal Manchester United di Mourinho il provocatore – e sarebbe anche il caso che un paio di scapaccioni qualcuno li rifilasse pure a lui – sistemando l’ego e la classifica.  
Meglio ora che più in là. Meglio aver compreso ora che la Champions non è una passeggiata di salute, anche se Cristiano Ronaldo gioca con te. Meglio aver capito ora che sempre, ma a questi livelli di più, le partite vanno chiuse.
Meglio aver imparato ora, a proprie spese, che certi avversari, come lo United, anche se non proprio al meglio, con un allenatore mal visto anche dai suoi in panca, con alcuni giocatori che vorrebbero partire, con qualche baruffa nell’aria e nello spogliatoio, comunque ha dei valori tecnici e mentali, è infarcito di campioni.  
La Juventus butta tutto in una manciata di minuti. In Europa non si può dare nulla per scontato, basta un attimo di superbia che ti fa sbagliare gol già fatti o un momento di distrazione in difesa. Così si fa un fallo inutile al limite dell’area, così si va in paranoia su un calcio piazzato e si perde una partita già vinta. La ex copertina di Juventus-Manchester United aveva dimostrato che Madama può accomodarsi al tavolo delle grandi. Ne ha le potenzialità. Il risultato finale testimonia che non può permettersi neanche un momento di non amore per il realismo. L’Europa è matrigna. Attenzione”.
Sui social, poi, Perrone ha spiegato cosa intendesse dire: “Era in senso metaforico proprio come gli “scapaccioni” rifilati dal Manchester alla Juve.”
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy