Pioli alla squadra: «Possiamo ancora credere nella CL». Quattro parole d’ordine

Al primo giorno di Inter, Stefano Pioli ha voluto inviare un messaggio chiaro alla squadra. Quattro le sue parole d’ordine: coesione, unione, volontà e sacrifricio

di Dario Di Noi, @DarDinoRio

Stefano Pioli ha sorpreso subito, al primo giorno di Inter, varcando i cancelli della Pinetina alle ore 7.45: addirittura con un anticipo di due ore e un quarto rispetto all’allenamento. L’entusiasmo evidentemente è alto, al punto da non veder l’ora di cominciare. Il tecnico emiliano ha conosciuto parte della squadra rimasta a Milano in questa sosta per le Nazionali. Al primo incontro con loro, ha inviato un messaggio chiaro: «Possiamo ancora credere nella qualificazione alla Champions League, dobbiamo avere fiducia in noi stessi».

La rincorsa non sarà facile, ma comincerà già dal derby con il Milan terzo in classifica. Intanto Pioli ha subito iniziato un ciclo di colloqui individuali per motivare ogni giocatore, a partire dal capitano Mauro Icardi, primo nella lista di queste conversazioni. Le parole d’ordine del successore di De Boer sono coesione, unione, volontà e sacrificio. Cercherà di mettere energia nelle gambe della squadra con allenamenti programmati soprattutto al mattino.

A sostenerlo nel suo primo giorno tutta la dirigenza al completo: Ausilio, Gardini, Zanetti e i rappresentanti di Suning, l’ad Liu Jun e Steven Zhang. Pioli ha pranzato con loro, parlando in inglese.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy