Radu-Musso, testa a testa per il dopo Handanovic: Inter, definito il piano per il futuro

Radu-Musso, testa a testa per il dopo Handanovic: Inter, definito il piano per il futuro

Strategia chiara per il futuro della porta nerazzurra

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Ionut Radu e Juan Musso

L’Inter comincia a delineare la strategia per il futuro della propria porta: Samir Handanovic offre ancora ampie garanzie, ma la carta d’identità del capitano (36 anni a luglio) costringe la dirigenza nerazzurra a guardarsi intorno in cerca del sostituto. Secondo quanto riporta Tuttosport, sono due i portieri che si contendono l’eredità dello sloveno: Ionut Radu e Juan Musso.

NUOVA STRATEGIA – “Anche la prossima stagione si ripartirà da Handanovic, il cui contratto è in scadenza nel giugno 2021, ma presto potrebbe arrivare il prolungamento di una stagione. Al suo fianco, però, l’Inter sta valutando se affiancare un vice più competitivo. Padelli è un uomo spogliatoio, ma il suo accordo è in scadenza e a Porta Nuova si sta ragionando sulla strategia migliore da adottare anche perché Marotta, Ausilio e Conte vorrebbero affiancare ad Handanovic un altro titolare, così come accade, per esempio, alla Juventus (Sczcesny e Buffon), al Napoli (Meret e Ospina) e pure al Milan (Donnarumma e Reina)“.

TESTA A TESTA – “Ionut Andrei Radu, 22 anni, ex numero uno della Romania Under 21 e oggi vice di Tatarusanu nella nazionale maggiore, è titolare del Genoa da due anni e soprattutto è di proprietà dell’Inter che la scorsa estate ha sfruttato il diritto di recompra da 10 milioni per riportarlo sotti i propri colori. Il club nerazzurro lo ha poi lasciato in prestito in Liguria per farlo crescere e i risultati finora sono stati alterni: bravissimo fra i pali, Radu ha però confermato di dover ancora migliorare molto nelle uscite.

Per questo l’Inter ha deciso di allargare gli orizzonti e nel mirino è finito da qualche mese Juan Musso, 25 anni, portiere dell’Udinese e da un anno nel giro della nazionale argentina. Il ragazzo è stato promosso da osservatori (attesi nuovamente a Genova domenica per la sfida contro la Sampdoria) e Conte stesso. Secondo molti Musso ha il profilo giusto per svolgere il ruolo di vice di Handanovic per una stagione per poi raccoglierne l’eredità nell’annata successiva, quando magari lo sloveno, a 37 anni, potrebbe diminuire il proprio minutaggio.

Ovviamente Musso andrebbe acquistato e l’Udinese lo valuta almeno 20 milioni se non di più (ma l’Inter ha nomi da proporre ai friulani per imbastire una trattativa); mentre Radu essendo già di proprietà non costerebbe nulla“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy