Samuel: “Cassano? Una volta mi massacrò, nello spogliatoio avrei spaccato tutto”

Samuel: “Cassano? Una volta mi massacrò, nello spogliatoio avrei spaccato tutto”

Così l’ex difensore dell’Inter nell’intervista apparsa questa mattina

di Daniele Vitiello, @DanViti

Nel corso della lunga intervista concessa ai microfoni della Gazzetta dello Sport, Walter Samuel ha parlato anche dei tanti campioni con cui ha avuto la fortuna di giocare. Con un aneddoto in particolare:

Citiamo in ordine sparso, e ne saltiamo tanti: Riquelme, Tevez, Batistuta, Totti, Zidane, Ronaldo, Beckham, Figo, Messi, Ibrahimovic, Eto’o, Milito. «Non mi chieda il più forte, non so fare classifiche e semmai ho vinto io: è stato un privilegio poter giocare centinaia di partite dicendomi “Se non prendiamo gol, si vince: ci pensa uno di loro”. Ed è stato un fastidio vedere gente infinitamente meno forte di loro non avere la loro stessa umiltà».

Chi l’ha messa più in difficoltà ce lo dice?

«Uno che non ha citato: Cassano. Partitella, lo chiudo sulla linea di fondo, mi dico “Ecco, adesso non ha spazio per muoversi da nessuna parte”. Con un tocco, uno solo, lui si gira e va via, da dove non l’ho mai capito: nello spogliatoio mi massacrò, gli altri ridevano, io avrei spaccato tutto».

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy