Spalletti attende il vero Nainggolan e il Ninja vuole riprendersi l’Inter. Due gli obiettivi

Il centrocampista dell’Inter vuole prendersi la leadership e guadagnare la Champions

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Quello di Mauro Icardi potrebbe non essere l’unico ritorno nell’Inter. Già perché Spalletti attende con ansia anche il recupero di Radja Nainggolan che, con la Lazio, ha giocato i minuti finali. Il ritorno del Ninja può essere molto importante per la volata finale per la Champions.

“Il ballottaggio Nainggolan-Joao Mario è un rompicapo che Luciano Spalletti risolverà soltanto in prossimità del match di stasera, ma è finalmente un bel pensiero per il tecnico toscano che sul Ninja aveva deciso di scommettere la scorsa estate per portare la sua Inter in una nuova dimensione, in Europa come in Italia. Radja è stato il fiore all’occhiello del mercato, il giocatore copertina attorno a cui l’Inter pensava di potersi cucire addosso i panni dell’anti Juve. Ma i continui guai fisici hanno reso fin qui in calvario la stagione di Nainggolan. Contro la Lazio domenica scorsa Radja ha «celebrato» il quinto rientro in squadra stagionale: poco meno di venti minuti (recupero incluso) senza lasciare segni evidenti nell’arrembaggio finale alla porta biancoceleste. Ma intanto è tornato, più carico che mai e con il desiderio di poter finalmente ripagare la fiducia di un ambiente che lo ha accolto come una rock star e di un club che ha fatto un sacrificio enorme pur di portarlo in nerazzurro. Radja adesso ha solo voglia di dare un calcio alla sfortuna, riprendersi la leadership in campo e aiutare l’Inter a conquistare l’obiettivo primario per il futuro: la Champions”, analizza La Gazzetta dello Sport.

“Spalletti sognava di rivedere in nerazzurro quel Ninja che a Roma aveva trasformato da mezzala a trequartista moderno, più fisico che tecnico, ma con tempi di gioco straordinari e una confidenza col gol fuori dal comune, come racconta il record di reti (11) in un campionato realizzato proprio sotto la guida di Luciano nella Capitale, fondamentale per la qualificazione Champions. Ora Radja è fermo a tre reti in A e una in Champions, però dietro ai 4 gol c’è un filo di speranza a cui gli amanti della scaramanzia possono aggrapparsi. Ogni volta che Nainggolan ha segnato, infatti, l’Inter ha vinto: a Bologna e con le due squadre di Genova in A, a Eindhoven in Champions. Genova e il Genoa, dunque, ritornano. All’andata il Ninja segnò per la prima volta a San Siro, di testa: fu la rete del 5-0, non decisiva per la vittoria ma comunque da ricordare. Oggi Radja vuole chiudere il cerchio e ripartire. Magari da titolare, magari con un gol da tre punti come contro la Samp. Già, non a caso l’altra squadra di Genova”, si legge sul quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy