Spalletti: “Icardi si è rivolto al di fuori dell’Inter. Ora sfruttiamo l’attaccante ma…”

Il tecnico dell’Inter ha parlato dopo la vittoria sul Genoa

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Vittoria facile per l’Inter che piega 4-0 il Genoa e si mantiene saldamente al terzo posto. Dopo la gara del Ferraris, il tecnico dei nerazzurri Luciano Spalletti ha parlato a Sky Sport:

Trama perfetta: vittoria, prestazione, vantaggio su inseguitrici e gol di Icardi
“Una buona serata, l’abbiamo gestita in maniera che andasse così. La squadra ha giocato bene, si è creata degli spazi avendo pazienza non come con la Lazio”.

Com’è andato il rientro di Icardi?
“Poteva andare anche meglio. Ha fatto una buona partita, la squadra ha reagito in maniera corretta, ha messo l’Inter davanti a tutti. C’era da fare un passo dopo che lui ha pagato quello che doveva pagare stando fuori una partita. Ora abbiamo un attaccante in più a disposizione e in queste partite ravvicinate possiamo essere più forti”.

Marocchi si è dimenticato come si sta in uno spogliatoio.
Io mi ricordo che si risolvevano lì le cose… prima di andare in televisione. Ti meriti un po’ di relax?
“Secondo me ne avete bisogno voi, io qui mi diverto, sto come sul divano. Tu sei sempre stato alla Juventus, hai sempre vinto, io ho sempre perso. Vivere queste situazione è come toccare il cielo con un dito”. 

Cosa rappresenta l’Inter per te?
“Quello che si è affrontato l’altra sera non rappresenta l’Inter? Quella di oggi e di ieri e di dire in conferenza che avrebbe giocato Icardi ti sembra una cosa fatta oppure ti fa più comodo dire che è stata imposta? Io faccio l’allenatore per il confronto con le person. Io 22 anni li ho passati nelle stesse società, ci sono stato tanti anni, anche in Russia. Non tre mesi, barzellette e si viene via. E dire come si dice Marocchi: andava portato… E’ un dire le cose senza saperle. Andava tenuto fuori, perché si è rivolto a persone che non c’entrano con l’Inter. Bisogna stare attenti a esprimere le opinioni, lui che sa del nostro spogliatoio. La tua opinione per noi è del tutto sbagliata. Lui non si rivolge alla squadra? Sta fuori. Poi c’è da mettere il bene dell’Inter davanti, non abbiamo la totalità del soggetto, ma abbiamo un attaccante in più. Si fa quello che serve per vincere le partite”. 

Spalletti ha ragionato per la gestione della squadra. Da oggi bisogna parlare dell’Inter…
“Sono d’accordo con voi”. 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy