Vieri: “Icardi? Non ci sono ca..i: se il procuratore di un mio compagno parla di me, il giorno dopo…”

Vieri: “Icardi? Non ci sono ca..i: se il procuratore di un mio compagno parla di me, il giorno dopo…”

L’analisi dell’ex attaccante nerazzurro sul derby e sul momento in casa Inter

di Marco Macca, @macca_marco

Di derby ne ha giocati (e vinti) tanti, Christian Vieri. L’ex attaccante dell’Inter sa bene cosa si prova a trionfare a San Siro di fronte ai rivali di sempre. Ospite d’eccezione di Tiki Taka, Bobo ha analizzato quanto accaduto al Meazza, parlando poi in generale del momento in casa nerazzurra:

DERBY – “Ho visto il derby, sempre bello tornare a San Siro. Lo stadio era spettacolare, 85 mila persone. La partita che tutti vorrebbero giocare. Se avrei giocato? Con 105 kg no. Lautaro? E’ bravo: lotta, va in profondità ed è ancora giovane, può crescere. Senza Icardi sta facendo bene. Si gioca e si vince sempre con il gruppo, in 30 anni non ho mai visto giocatori giocare contro il loro allenatore”.

SPALLETTI – “Spalletti qualche giorno fa era distrutto, oggi è il più bravo di tutti. Per un giocatore giocare a San Siro, che è lo stadio degli stadi, è la cosa più bella del mondo. All’inizio della stagione, molti che parlano di calcio hanno sostenuto che l’Inter fosse più forte del Napoli, ma chi capisce di calcio non potrebbe mai dire che l’Inter è più forte del Napoli”.

ICARDI – “Icardi? Non dico quello che voglio dire, ma dico questo: lui deve mettersi a disposizione, fascia o non fascia. Io mi sono allenato i primi 5 anni con i dolori, sarà capitato 2-3 volte senza un dolore. Deve giocare. Se l’infortunio ce l’ha, è poca roba. Deve giocare. Era il capitano dell’Inter. A me non interessava chi andava a cambiare il gagliardetto, nello spogliatoio i capitani erano altri 2-3. Deve continuare a non mancare agli allenamenti. Io dicevo sempre ai dirigenti di non venire al centro d’allenamento, perché creavano solo casini. Dovevamo risolvere solo tutti noi dello spogliatoio con l’allenatore. Se il procuratore di un mio compagno parla di me, non ci sono cazzi: il giorno dopo aspetto il giocatore e poi vado a prendere il procuratore“.

(Fonte: Tiki Taka)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cdcarneade - 1 anno fa

    Parole sante

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy