FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Commisso attacca: “Scudetto falsato! L’Inter ha violato le regole e doveva essere penalizzata”

Getty Images

Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, è tornato ad attaccare l'Inter, definendo 'falsato' lo scorso campionato di Serie A

Marco Macca

Intervenuto a margine di un meeting organizzato dal Financial Times, Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, è tornato ad attaccare l'Inter, definendo 'falsato' lo scorso campionato di Serie A:

"Il nuovo stadio a Firenze sarà costruito non da me. La città sta cercando di trovare i soldi per ristrutturare lo stadio esistente. Lo farà il Comune e lo affittera', almeno per il momento. Quindi lo stadio non sarà di proprietà della Fiorentina e io non ci spenderò dei soldi. Il problema è che le regole non valgono per tutti. E questo ha falsato la classifica finale dello scorso campionato di Serie A".

Lo ha dichiarato il presidente viola, Rocco Commisso, ospite dell'evento 'Bussines of sport US Summit', promosso e organizzato dal Financial Times. "Ogni sei mesi dobbiamo fornire dei dati sul rapporto di liquidità nel calcio italiano - ha aggiunto Commisso -. Io e altri club lo abbiamo fatto. Ho sempre fatto il mio dovere, ho messo i soldi, il club non ha debiti, quindi se c'è bisogno di capitale, porto i soldi io dagli USA. Altri club non l'hanno fatto. C'erano alcuni club che erano ben lontani dal rispettare i requisiti necessari di liquidità. E uno di questi ha vinto il campionato. Successivamente, hanno dovuto rettificare il rapporto di liquidità vendendo giocatori come Lukaku e Hakimi. Questo dopo la fine del campionato, non prima".

"Chi non rispetta le regole stabilite dalla lega dovrebbe pagarne le conseguenze, come essere penalizzato in campionato. Penso che gli italiani, i tifosi della Fiorentina almeno, siano favorevoli alle mie proposte sul fatto che le regole debbano essere rispettate da tutti. Penso ad esempio a quello che succede in alcuni club europei, in cui determinati ricavi vengono fatti sparire, per poter dire di rispettare le regole. Sono molto severo a riguardo, se ci sono delle regole, devono essere rispettate. Se non vengono rispettate, ci devono essere delle sanzioni".

Commisso ha affrontato anche un altro argomento legato all'economia dei club. "La cosa non sostenibile è che i costi dei trasferimenti e le commissioni ai procuratori ti fanno rischiare di perdere un calciatore a zero. Come è successo al Milan con Donnarumma o come sta accadendo con altri giocatori al PSG. E potrebbe succedere anche alla Fiorentina con Vlahovic. Noi gli abbiamo dato la possibilità di mettersi in mostra in campo, di giocare titolare. Ha segnato 20 gol e ora abbiamo dei problemi per quanto riguarda il rinnovo del contratto. Devono esserci delle regole chiare. Non possono esserci contratti di 5 anni che alla fine non sono realmente di 5 anni perché al 3° anno viene già rinegoziato".

"Ci sono degli aspetti che devono essere regolamentati e ci devono essere leggi valide per tutti i paesi in cui si gioca a calcio. Abbiamo parlato con Ceferin e mi ha promesso che la questione dei procuratori sarà trattata il prima possibile - rivela Commisso -. Ho parlato anche con Gravina e anche lui mi ha detto che questa questione deve essere risolta. Perché non si può investire su un giocatore se i nostri interessi non convergono. Significa che se fa bene gioca, se fa male va in panchina. Se fa bene vuole più soldi, la Fiorentina deve poter trarne dei benefici. Non è possibile che se un giocatore fa bene, il giorno dopo vuole andarsene".

tutte le notizie di