Conte: “Lukaku? Tutti miei pupilli. Era un diamante grezzo, può ancora migliorare”

L’allenatore nerazzurro, a Mediaset, ha parlato del pari in Champions ma anche dell’attaccante che ha segnato una doppietta

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Antonio Conte, dopo la partita con il Borussia M’Gladbach, aveva parlato della partita anche ai microfoni di SportMediaset. Ecco gli aspetti della gara sui quali si è soffermato l’allenatore nerazzurro:

«Penso che anche meritassimo molto di più del risultato finale. Penso che abbiamo giocato contro un ottimo avversario, hanno una buona organizzazione di gioco, sono forti fisicamente e sono veloci. Hanno sofferto la nostra intensità e i nostri ritmi. Al tempo stesso dispiace perché parliamo di un pareggio con due tiri subiti, uno su rigore e una palla in contropiede; non ricordo parate di Handanovic, l’abbiamo dominata. C’è solo da ringraziare i ragazzi perché stanno affrontando comunque le partite con i problemi calcistici che creano gli avversari, ma anche affrontando altri problemi e c’è solo da ringraziarli».

-Lukaku è un tuo pupillo, ha segnato altri due gol e continua a migliorare come gli chiedi…

Partiamo dal presupposto che i giocatori sono tutti miei pupilli, considero tutti i giocatori alla stessa maniera. Per Romelu sono contento perché sta crescendo in maniera esponenziale. Se vi ricordate quando è arrivato l’ho considerato un diamante grezzo. È arrivato per le sue qualità e ora sta lavorando su discorsi tecnico-tattico. Ma ci sono ancora margini di miglioramento. 

(Fonte: SM)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy