FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Cordaz: “Inter scelta di prestigio per dire arrivederci al Crotone. La decisione…”

Cordaz: “Inter scelta di prestigio per dire arrivederci al Crotone. La decisione…”

Il neo portiere nerazzurro ha tenuto una conferenza stampa a Crotone per salutare il club rossoblù

Eva A. Provenzano

«Abbiamo provato grandi emozioni insieme, i grandi successi, la retrocessione. Non riesco ancora a vivere Crotone come un ricordo, potrebbe essere un problema per me ma per ora è così. Parlavamo per il prossimo anno ed è stato tutto improvviso con l'Inter. La chiamata ci ha un po' spiazzati, è un misto di emozioni».Alex Cordaz, in una conferenza che si è tenuta a Crotone, ha salutato la stampa locale insieme al presidente del club calabrese nel giorno in cui è arrivata l'ufficialità del suo passaggio al club nerazzurro.

«I ricordi col Crotone sono tutti positivi. Il momento più bello è stata la prima salvezza o la prima promozione in rossoblù», ha aggiunto. «Nei momenti brutti era bello perché sapevi di far parte di qualcosa, ed erano quindi momenti belli anche quelli», ha aggiunto.

-Quando i crotonesi vedranno le partite dell'Inter in Champions vedranno anche te, sarà una soddisfazione per i tifosi del Crotone. La notizia dell'addio è stata un fulmine al ciel sereno...

La decisione l'ha presa il presidente, non io. Mi sono seduto nell'ufficio e ho detto: 'Cosa facciamo?'. Lui lo ha fatto per me. Ci sono delle fasi nella vita. Ho 38 anni e questo è il modo più prestigioso di dirsi arrivederci. 

-Il ritorno all'Inter e al passato cosa può darti di più? 

Può far crescere la mia esperienza, migliorare sotto certi aspetti. Rimanere troppo nello stesso luogo ti priva di conoscenze magari. Vado a migliorare le mie conoscenze rispetto a quello che poi farò in futuro. 

-Cosa si prova alla tua età vestire la maglia gloriosa dell'Inter? 

Motivo d'orgoglio per me e anche per il Crotone. Un modo per dare lustro al percorso in rossoblù. Tornare all'Inter è un sogno ma al momento è un misto di amarezza e felicità. È tutto particolare. La chiamata del club nerazzurro è arrivata all'improvviso, un'idea nata all'improvviso dai dirigenti dell'Inter, in un pomeriggio e poi gli ho passato il presidente. 

-Futuro a Crotone? 

Fosse stato per me non sarei mai andato via da Crotone. Ho sempre scelto questo club non mi è mai stato imposto, in futuro c'è l'idea di tornare qui. 

-Ormai sei uno di noi anche in città. Abbiamo parlato di emozioni e del tuo ruolo a Milano. Dopo questa esperienza all'Inter, anche umana, parlavi di gioia e amarezza, quando pensi al tuo futuro pensi ancora a giocare o ad una carriera di dirigente?

Se pensassi adesso alla carriera da dirigente dovrei smettere subito. Io ho voglia di allenarmi, di stare ancora in campo, amo il mio lavoro. Il calcio sano lo amo ed ho voglia di lavorare con la gente di Crotone, mi piace gioire con loro per i loro obiettivi, il Crotone è diventato un impegno di vita. Adesso non so come e quando ma so che voglio tornare poi al Crotone e lo faremo. 

(Fonte: Pagina Facebook Crotone)

tutte le notizie di