Coronavirus, Tevez: “Aiutiamo la gente in difficoltà. Facile per noi giocatori parlare…”

L’appello dell’attaccante ai suoi colleghi e ai club

di Gianni Pampinella

Intervistato da America Tv, Carlos Tevez lancia un appello ai suoi colleghi calciatori e ai club. Per il giocatore è importante aiutare le persone in difficoltà in questo difficile periodo a causa dell’emergenza coronavirus: “Un calciatore può vivere sei mesi o un anno senza guadagnare. Non è disperato per il fatto di vivere con i bambini ogni giorno, non deve lasciare la sua casa alle 6 del mattino e tornare alle 7 di sera per sfamare la famiglia. Non siamo un esempio in questo caso, ma in altre cose. Dobbiamo esserci e aiutare. È facile per noi parlare da casa, sapendo che abbiamo cibo per i nostri figli. Ma persone disperate, che non possono spostarsi, questo è preoccupante. Dobbiamo aiutare la gente“, dice l’Apache.

I club devono essere coinvolti. Uno può fare video, come me dal salotto di casa, ma il grande esempio sarebbe che tutti noi uscissimo e aiutassimo le persone in difficoltà. Il mondo è cambiato. Mi rendo disponibile per il club, anche per consegnare il cibo a casa“, ha concluso l’attaccante del Boca.

(Clarìn)

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy