Don Mazzi: “I giocatori smettano di abbracciarsi in campo: le pare che io, interista, possa…”

Crescono i contagi tra i giocatori della serie A

di Redazione1908

Don Mazzi non ritiene normale che in campo i giocatori continuino ad esultare abbracciandosi, nonostante il pericolo dato dal Covid. Ecco le sue parole alla rivista Oggi: “Quei calciatori si abbracciano e si urlano in faccia la loro gioia mentre lo stadio è deserto, per paura che i tifosi si abbraccino e si urlino in faccia la loro gioia. C’è un arbitro in campo? E allora faccia valere la sua autorità, impedisca quell’esultanza, che è vietata ai tifosi. Altrimenti è l’ennesima frustrazione che i più sfortunati devono ingoiare. Il Covid è stato come uno tsunami, ma come al solito ci sono i sommersi e i salvati. Io, per paradosso, le uniche cose che aprirei sono le curve. Se i tifosi non si possono abbracciare in curva, allora nemmeno i giocatori lo possono fare, che sono giovani come loro ma ricchi e fortunati. Tanto più che registriamo già dei contagi in serie A. E’ una questione etica, gli arbitri si impegnino affinché non avvenga. E poi, le pare che io, interista da sempre, per non arrabbiarmi guardando le scene di esultanza debba sperare che la mia squadra quando gioca faccia 0-0?

(Oggi)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy