Eriksen-Conte, il motivo su tutti che farà crescere il feeling: “All’Inter sono arrivate…”

Eriksen-Conte, il motivo su tutti che farà crescere il feeling: “All’Inter sono arrivate…”

Il feeling tra Eriksen e Conte è destinato a crescere

di Marco Macca, @macca_marco

Prima o poi, questo è certo, scatterà anche all’Inter l’ora di Christian Eriksen. Il danese è stato fin qui impiegato da Antonio Conte solo in spezzoni di partita, Udine a parte. Ma l’allenatore nerazzurro sta lavorando sul giocatore, per inserirlo al meglio nei suoi dettami tattici. Di sicuro, Conte non avrà problemi ad avere feeling con quello che lui stesso ha definito “un ragazzo serio”. Anche perché per Eriksen sono arrivate tante referenze entusiastiche. Scrive la Gazzetta dello Sport:

Tenerlo umile non è mai stato un problema. «Ottimo ragazzo», lo ha definito Conte, e tutti i suoi precedenti “datori di lavoro” hanno inviato referenze entusiastiche a livello di comportamento e capacità di fare squadra. A Christian Eriksen non serve un bagno di umiltà, ma ne avrà comunque un altro, giovedì: lui che qualche mese fa giocava la finale di Champions riparte in Europa da Razgrad, Bulgaria, contro il Ludogorets. Del resto questo è l’inizio di una nuova avventura, e non si può certo partire dai vertici: bisogna salire, piano piano, per godersi le conquiste. Potremmo dire che Antonio Conte sta prendendo molto a cuore questo programma. In realtà i motivi dell’inserimento lento del danese sono altri, e il tecnico le ribadisce a ogni occasione, tentando di mascherare un fastidio crescente per le pressioni del fronte “Christian subito”. È numeroso fra i tifosi, il fronte. Non sono poche, le pressioni. E ovviamente aumentano in corrispondenza dei risultati negativi: l’Inter ne ha piazzati due, con il rinforzo invernale ancora limitato a spezzoni“.

(Fonte: la Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy