Fair play finanziario, Uva: “Pareggio di bilancio e pagamento debiti restano in vigore”

Le norme sono state adeguate ma i club dovranno comunque attenersi alle regole imposte dall’UEFA

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

In giorni difficili per l’emergenza coronavirus, anche il calcio sta cercando di trovare risposte e correre ai ripari perché le perdite del sistema siano limitate. Michele Uva, presidente della FIGC, ha parlato della questione fair play finanziario in un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport e ha sottolineato: «Il FFP ha portato il sistema da una perdita di 1,7 miliardi a un utile di 141 milioni in soli 8 anni. Non poteva essere cancellato, ma bisognava tener conto delle problematiche create dal coronavirus e quindi adeguare transitoriamente le norme, non richiedendo il budget 2020-21 fra i documenti necessari. Il pareggio di bilancio e il pagamento dei debiti scaduti restano invece in vigore».

(Fonte: GDS)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy