Inter a caccia della medicina a Bergamo. Conte di umore nero cerca la vittoria anti-stress

Il tecnico si è mostrato parecchio nervoso in conferenza stampa per le varie assenze, ma vuole una reazione dalla sua Inter

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Servirà la miglior versione dell’Inter per imporsi oggi in casa dell’Atalanta. Non solo un’Inter che crea, ma che colpisce al momento giusto e soprattutto che riesce a blindare la porta di Handanovic.

“Il farmaco è unico, vale per tutte le squadre e un po’ di più per l’Inter di Antonio Conte, adesso. Vincere, non c’è medicina anti-stress più adeguata. Per cancellare quella serie antipatica che racconta di una sola vittoria nelle ultime sette partite. E, nello specifico, di un’Inter alla quale il successo è mancato – risultati alla mano – fin qui soprattutto nei grandi appuntamenti: Lazio, derby e Champions League. E l’Atalanta, oggi, vale uno scontro diretto, vale un match che ormai è quasi diventata una classica, dell’alta classifica”, spiega La Gazzetta dello Sport.

Cercasi vittoria anti-stress. Anche per un Conte che «preoccupato di cosa? Facciamo il nostro percorso, se meriteremo la classifica migliorerà, altrimenti resterà bassa», ha detto in presentazione della partita. Non è un periodo fortunato, per l’allenatore. L’umore ieri era pessimo, in conferenza stampa si è anche notato. E c’è da capirlo: ieri mattina, solo mezzora prima dell’allenamento, ha saputo della positività di Padelli e soprattutto della «ricaduta» Covid di Gagliardini e Radu”, aggiunge il quotidiano

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy