Inter Primavera, Madonna: “Raggiunto il primo obiettivo stagionale. Ora voglio…”

Inter Primavera, Madonna: “Raggiunto il primo obiettivo stagionale. Ora voglio…”

Le parole del tecnico nerazzurro al termine della partita contro il Barcellona

di Marco Macca, @macca_marco

Un grande traguardo, quello raggiunto dalla Primavera dell’Inter di Armando Madonna. Che, con un 2-0 firmato Oristanio e Kinkoue, batte il Barcellona e passa, da prima del girone, agli ottavi di finale di Youth League. Intervenuto ai microfoni dei giornalisti presenti al termine del match, tra i quali l’inviato di FCInter1908.it, il tecnico nerazzurro ha detto:

PARTITA CHE SERVE – “Una partita sofferta. I ragazzi sono partiti un po’ col freno a mano, timorosi. Loro sono bravi nel palleggio. Volevamo chiuderci, ma non così tanto. Nel primo tempo siamo riusciti a palleggiare poco. Al di là di qualche buon contropiede, questo è un aspetto da migliorare. Potevamo fare qualche palleggio in più e farli correre di più. Nel secondo tempo è andata meglio, loro sono calati in aggressività e noi siamo riusciti a gestire meglio la palla. Ai ragazzi queste partite servono, perché questa era una gara da dentro o fuori. Era importante e la sentivamo un po’, ma dobbiamo abituarci a questo tipo di partite“.

TENSIONE – “A livello tattico abbiamo cambiato qualcosa. Quando siamo andati là a giocare abbiamo alzato i quinti sui terzini e ce la siamo giocata a viso aperto e ci siamo alzati molto. In questo momento, in cui abbiamo avuto qualche difficoltà, dato anche che era la sesta partita di fila di un periodo in cui giochiamo ogni tre giorni, facevamo più fatica a salire e questo mi ha condizionato nelle scelte: i quinti restavano sugli esterni, facendo uscire le mezze ali. Nella fase di possesso potevamo fare meglio, un aspetto forse dovuto alla tensione. Potevamo palleggiare meglio per poi andare sulle punte, invece cercavamo subito la ripartenza e spesso sbagliavamo“.

OBIETTIVO RAGGIUNTO – “Questo era il primo obiettivo stagionale: ci siamo riusciti da primi nel girone, complicandoci la vita nelle altre due partite, però abbiamo raggiunto l’obiettivo. Ora bisogna continuare. Ci interessava moltissimo arrivare primi, così da saltare un turno e andare direttamente agli ottavi. Ora è importante la partita di mercoledì: voglio passare in Coppa Italia, ci sarà un’altra partita da dentro o fuori molto importante per me e dobbiamo pensare a quello. In campionato abbiamo ottenuto tre vittorie di fila, ora dobbiamo trovare continuità“.

PUNTO PIU’ ALTO – “In carriera ho perso una finale playoff per andare in Serie A, con i giovani sicuramente è l’obiettivo più alto che ho raggiunto“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy