TS – Dagli strappi con Ibra e Balo e il rimpianto Pogba a Kean: Inter e Raiola dialogano 10 anni dopo

Tuttosport elenca le ultime vicende che hanno visto protagonisti il super procuratore e il club nerazzurro

di Alessandro De Felice, @aledefelice24
Mino Raiola

L’Inter e Raiola potrebbero tornare a fare affari a 10 anni di distanza dall’ultima volta. Dall’estate 2010 il club nerazzurro non lavora più con il procuratore italo-olandese: le ultime trattative, a senso unico con un calciatore venduto, avevano portato Moratti a raffreddare i rapporti.

Dopo lo strappo con Ibrahimovic nel 2009, in seguito a quello con Maxwell (entrambi venduti al Barcellona), l’anno successivo ci fu l’addio di Balotelli con il gesto plateale con la maglia gettata a terra a San Siro dopo la semifinale di Champions contro il Barcellona. Un gesto ‘pilotato’ da Raiola secondo Moratti. Secondo quanto riferisce Tuttosport, i rimpianti in casa nerazzurra sono legati al dicembre 2011, quando l’agente offrì Pogba: “Ma il colpo lo fece poi la Juventus. Di Marotta“.

In orbita Inter, Raiola gestisce da un paio d’anno Andrea Pinamonti, ora al Genoa ma destinato a tornare in nerazzurro, mentre l’altro nome è quello di De Vrij: il difensore olandese non è più gestito dalla società SEG e non ha un nuovo procuratore, ma ha nell’italo-olandese un consigliere fidato. Ora l’ipotesi Kean offre la possibilità a Inter e Raiola di tornare a lavorare insieme a 10 anni dall’ultima volta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy