GdS – Lukaku sfida Ibrahimovic: Milano sceglie il suo 9. “Romelu per l’Inter è…”

Il derby si avvicina e c’è grande curiosità per la sfida tra i due attaccanti

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“Se Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku fossero un’entità sola, diciamo Ibraku, il gol avrebbe un dio completo: tecnica e potenza, carisma e generosità. Detterebbe le tavole della legge, ma spezzerebbe anche il pane per gli altri. Invece se ne vanno in giro per il mondo come le due metà imperfette del Visconte Dimezzato di Calvino. Solo il derby li riunirà”. Apre così l’articolo de La Gazzetta dello Sport in merito al confronto tra Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic che accende il derby di Milano, in programma quest’oggi alle ore 18.00 a San Siro. La Rosea evidenzia tratti differenti – Big Rom “non ha mai avuto velleità da padreterno” – ma sottolinea come il belga sia diventato il fulcro dell’Inter. “Il gioco si” appoggia molto su di lui, forse troppo. Lo cercano prima che abbia tempo di voltarsi verso la porta. Come con la Lazio, dove ha lavorato più per la squadra che la squadra per lui”, spiega la Gazzetta che di fatto pone tale motivazione a giustificazione del fatto che a Lukaku capiti di non essere sempre lucido sotto porta.

LUKAKU – Tra i paragoni con i grandi attaccanti del passato, Lukaku viene accostato ad Adriano che, nel dicembre 2005, decise anche un derby nel finale proprio come Lukaku nello scorso campionato. “Lukaku e Ibra, le due metà incomplete, si riuniranno nel dio del gol. Stadio Meazza, ore 18, Inter-Milan: l’epifania di Ibraku. Poi, alla fine, Milano avrà un solo signore”, la chiosa finale della Rosea.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy