Marani: “Inter-Milan, quante cose cambiate dall’ultimo derby. Sabato sarà il primo…”

Così il noto giornalista in avvicinamento alla stracittadina milanese in programma sabato prossimo

di Daniele Vitiello, @DanViti
Lungo editoriale di Matteo Marani su TuttoSport in edicola quest’oggi. Oggetto di discussione è il derby Inter-Milan in programma sabato prossimo. Questa l’analisi del noto giornalista: “Dall’ultimo derby di Milano sembra passato un secolo. Invece era appena il 9 febbraio, otto mesi fa. Il Milan, reduce dall’esonero di Giampaolo e dai problemi iniziali di Pioli, vedi la trasferta di Bergamo, quella sera confermò che qualcosa era scattato. Segnò Rebic su giocata di Ibrahimovic, che poi raddoppiò con la sua straripante forza. L’Inter rimontò con Brozovic e Vecino, poi vinse con i gol di De Vrij e Lukaku.
Da quel giorno è cambiato quasi tutto. Nessuno poteva immaginare che il calcio e l’intero mondo si sarebbero bloccati da lì a qualche giorno, facendo del derby di sabato prossimo il primo giocato a porte (quasi) chiuse e in tempo di pandemia. Da allora l’Inter è cresciuta tanto, tantissimo, perché ha chiuso il campionato con 82 punti, cifra mai toccata dai tempi del Triplete di Mourinho, e perché ha vissuto un agosto decisivo, arrivando a una impensabile – a febbraio – finale di Europa League. Aggiungiamoci gli acquisti di Vidal, Hakimi, Kolarov, oltre al prezioso rinnovo con Sanchez. Una squadra finalmente strutturata per competere per lo scudetto.
Se possibile, però, persino più inatteso è stato il percorso del Milan, che dopo quel derby perduto ha messo insieme i due mesi più incredibili e pazzeschi degli ultimi anni. Nel post lockdown, i rossoneri hanno sommato 30 punti in 12 giornate, primi davanti ad Atalanta, Inter, Roma, Napoli e Juventus”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy