Marino: “La Lega dovrebbe chiedere alla Figc di allargare il tetto delle rose: un peccato che…”

Il dirigente sportivo sul protocollo applicato al campionato

di Redazione1908

Pierpaolo Marino ha voluto condividere la sua visione della situazione relativa all’applicazione del protocollo Covid al campionato. Una gestione difficoltosa, ora che i positivi in serie A stanno aumentando: “In seguito a quanto sta accadendo per il Covid penso sarebbe giusto che la Lega A chiedesse alla Figc di allargare il ‘Tetto alle Rose’ almeno a 30 giocatori. Ciò permetterebbe agli esclusi di essere reintegrati ma anche ai club di prendere svincolati”.

Ai microfoni di Radio Sportiva ha poi aggiunto: “Campionato? Non voglio essere pessimista ma la situazione è difficile e imprevedibile. Con gli abbassamenti delle temperature potrebbero verificarsi ulteriori problematiche, ma bisogna portare avanti il campionato nell’interesse di tutti. Con il presupposto che bisognerà giocare con partite decimate, credo sia logico reintregare giocatori che in altri tempi sarebbero stati fuori con il tetto alle rose. Allargamento rose? Dovrebbe muoversi anche l’associazione calciatori perché è un peccato avere dei giocatori fuori dalla lista e si è costretti a far debuttare calciatori della primavera che non sono ancora adeguati al campionato”.

Protocollo: “Ci sono dei punti in cui può essere ritoccato, fermo restando che si debba tutelare la salute. Fino a un mese fa le cose avevano funzionato molto bene, adesso sarà da adeguare al nuovo profilo che il virus si è dato. Udinese? Aspettavamo una partenza difficile a causa dei vari protocolli e per una serie di infortuni. L’intero organico è stato disponibile solo a una settimana dall’inizio. Inoltre siamo stati molto sfortunati in alcune occasioni, dove meritavamo di più”.

(Radio Sportiva)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy