Mourinho: “La partita col Chelsea? Diversa perché potrei tornare a casa a piedi dopo ma…”

Mourinho: “La partita col Chelsea? Diversa perché potrei tornare a casa a piedi dopo ma…”

L’allenatore ha ribadito che anche se sta per sfidare la sua ex squadra lui appartiene al cento per cento al club nel quale lavora

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Dopo la sconfitta in Champions contro il Lipsia, José Mourinho ha parlato della prossima partita di Premier League, quella contro la sua ex squadra, il Chelsea. L’allenatore portoghese ha innanzitutto detto che arrivare quarti con una squadra che non ha giocatori importanti per infortunio, sarebbe un miracolo: «La stagione è stata particolarmente negativa visto che ci mancheranno sia Kane che Son per tante partite. Ma non sarebbe un mio grande risultato, sarebbe merito di tutta la squadra. Se riusciamo a chiudere quarti senza Harry e Sonny sarà qualcosa di incredibile e dovremo dare tutto per riuscirci», ha detto.

E poi ha parlato della partita contro la sua ex squadra: «E’ solo un’altra partita, perché sono un professionista e perché come ho detto sempre prima di affrontare una mia ex squadra, appartengo al 100% al club dove lavoro. L’unica differenza sarà che a fine partita potrei andare a casa a piedi ma non lo farò perché rientrerò assieme ai miei giocatori. Vedere Lampard è sempre bello, ma sarà una sfida tra noi due, ma tra le nostre due squadre, dai tifosi del Chelsea mi aspetto la solita accoglienza». 

(Fonte: repubblica.it)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy