FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Mourinho riscopre Ndombele: “Un giocatore top gioca con qualsiasi allenatore e con ogni schema”

Getty Images

Il giocatore, accostato all'Inter per un po', si è rilanciato nel Tottenham e sono arrivati gli elogi dell'allenatore portoghese

Eva A. Provenzano

Di Ndombele si è parlato per un po' quando si parlava del mercato dell'Inter. Sembrava che stesse per lasciare il Tottenham. Il suo rapporto con Mourinho inizialmente non era idilliaco. Ma ieri, dopo il gol che ha segnato contro lo Sheffield, l'allenatore ha parlato proprio del centrocampista e ha detto che se si è rilanciato è tutto merito suo: «Alleno da tanti anni, ho avuto così tanti giocatori e ho abbastanza esperienza per dire e sentire che quando un giocatore non sta giocando molto bene, è una sua responsabilità. E quando un giocatore cambia le cose e porta la sua prestazione di livello ad un livello molto alto, anche in quel caso è una sua responsabilità. È un ottimo esempio che con me la porta è sempre aperta. La porta della squadra è sempre aperta. E quando un giocatore non gioca deve cercare di capire il perché e deve cercare di capire come può varcare quella porta. Lui ha capito. Ha fatto un gol fantastico, ma non mi interessa il gol. Mi interessa la prestazione e la prestazione è stata magnifica. Sono davvero contento che sia arrivato a questo livello. Gioca molto bene»

«Il presidente Levy credeva molto nel giocatore e gli ha parlato. Gli ha lasciato la porta aperta e per me è così pure. Nel senso che la porta è sempre aperta per tutti ma i giocatori non si possono aspettare che vada io a prenderli. Dove gioca meglio? Un top player gioca in qualsiasi posizione. I migliori giocatori non hanno scuse sul sistema di gioco della squadra, sulla posizione o il modo di giocare. I migliori giocatori giocano in ogni squadra, in ogni sistema e con ogni allenatore. Quando a volte sento dire "Il giocatore x non gioca bene perché la squadra gioca in questo modo o in quel modo là", penso che siano le tipiche scuse dell'entourage dei giocatori, dirigenti senza alcuna idea di cosa sia il calcio, sono solo speculazioni. Tanguy è un centrocampista. Certo se gioca terzino destro o terzino sinistro è difficile per lui, ma con le sue condizioni fisiche, com'è adesso, può fare da numero 10 anche. Sono contento di come ha giocato», ha concluso. 

(Fonte: Daily Mail)

tutte le notizie di

Potresti esserti perso