Dalla faringite al tampone positivo: la settimana particolare di Nainggolan all’Inter

Il centrocampista dell’Inter ha avuto placche e mal di gola, una volta guarito ha svolto l’allenamento sabato e dopo 5 giorni è risultato positivo

di Andrea Della Sala, @dellas8427

In casa Inter si sta fronteggiando l’emergenza coronavirus. Sono già 4 i contagiati di cui Conte dovrà fare a meno nel derby, uno di questi è Radja Nainggolan. Dopo essere stato a lungo in trattativa con il Cagliari, fino all’ultimo giorno di mercato, il belga è rimasto all’Inter.

“La scorsa settimana era stato colpito da una forma importante di faringite, con tanto di placche in gola. Per questo motivo, oltre a non allenarsi per qualche giorno, non aveva nemmeno partecipato alla trasferta a Benevento. Alla luce dei sintomi, è stato prontamente sottoposto a tampone, che ha sempre dato esito negativo. Compreso quello di venerdì, fatto dall’intero gruppo squadra. All’indomani, ovvero sabato, il Ninja, guarito, ha partecipato alla rifinitura prima del match con la Lazio. Essendo in ballo per tornare a Cagliari, non è volato a Roma con il gruppo. Significa che, prima di mercoledì, quando c’è stata la ripresa alla Pinetina, l’ultimo contatto con il gruppo lo aveva avuto appunto sabato mattina: cinque giorni dopo si è scoperto che era stato contagiato”, spiega il Corriere dello Sport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy