Ranieri: “Scudetto contro l’Inter? Non l’abbiamo perso con la Samp. Ripartenza? I medici…”

L’allenatore della Samp torna sul titolo che nel 2010 ha conteso ai nerazzurri sulla panchina della Roma

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano
In un’intervista concessa al Corriere dello Sport, l’attuale allenatore della Samp, nonché ex allenatore dell’Inter, Claudio Ranieri, ha parlato della ripresa ma non solo. «Credo che tutto debba dipendere dai medici. Non conosciamo il virus, non sappiamo cosa può fare esattamente. Gli atleti vanno rispettati. So che alcuni miei ragazzi dopo leggeri allenamenti si sentivano debilitati e nei prossimi mesi andremo a giocare ogni tre giorni. E’ difficile anche fisicamente, non solo psicologicamente», ha sottolineato. 
«Magari si possono fare più cambi rispetto ai tre soliti. Anche perché si giocherà con il caldo e parecchi miei atleti hanno avuto il virus. Devono avere la possibilità di recuperare. I medici devono dirci come dobbiamo fare. Servono test a cuore, polmoni, reni, non sappiamo esattamente cosa può andare a toccare il coronavirus. Se si intensifica l’attività le difese immunitarie si abbassano e io devo essere sicuro che se un medico mi dà un giocatore a disposizione lui possa fare tutto. I giocatori devono essere tutelati», ha continuato il mister.
L’allenatore è tornato anche sullo scudetto conteso all’Inter nel 2010: «Gran bella stagione. Peccato che ci siamo persi punti per strada. Tutti si ricordano la sconfitta contro la Samp, quando vincevamo e potevamo fare altri due o tre gol e, invece, perdemmo. Io dico che pesano i punti persi contro il Livorno, che fu retrocesso. Prendemmo un solo punto in due partite».
(Fonte: Corriere dello Sport)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy