Repubblica – Inter, le lamentele di Conte? Unico destinatario. Messaggio forte e chiaro

Repubblica – Inter, le lamentele di Conte? Unico destinatario. Messaggio forte e chiaro

L’allenatore nerazzurro non era affatto contento del calo dei suoi nella gara con il Bologna e lo ha fatto sapere alla dirigenza

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

La partita con il Bologna dovrà segnare una svolta nel percorso dell’Inter. Conte non l’ha presa certo bene e lo ha detto ai suoi e pure al resto del mondo, a fine gara. Le sue lamentele – scrive La Repubblica – avevano un unico destinatario: “Quel Beppe Marotta che lo conosce bene e l’ha voluto fortemente a Milano dopo i successi, ma anche un addio polemico, in bianconero. Il tecnico è convinto di non avere un organico all’altezza dei suoi ambiziosi obiettivi”. 

Il tecnico guarda già al prossimo mercato e chiede altri rinforzi. In effetti nelle dichiarazioni a fine partita ha detto: «Altrimenti è giusto prendere altre decisioni». Un messaggio diretto quello dell’allenatore dell’Inter. Una tattica già vista alla Juve con la famosa frase dei 10 euro (“Non puoi sederti ad un ristorante da cento euro e pagare con dieci”) e già sentita dal club nerazzurro a inizio stagione. Dopo la partita con il Dortmund ha detto chiaro e tondo che non doveva fidarsi della programmazione della società sul mercato. “Pretende che alcuni elementi, da lui ritenuti non all’altezza, non facciano parte della rosa del prossimo anno: già a gennaio aveva messo alla porta Lazaro, pagato 22 milioni di euro appena sei mesi prima. Marotta sa che lo attende un’estate di superlavoro: solo così si può sperare di placare Conte. Almeno fino alla prossima sfuriata”, si legge sul quotidiano La Repubblica.

(Fonte: repubblica.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy