ultimora

Sconcerti: “È stata un’Inter europea. Lautaro va oltre il miglior Dybala. Eriksen e Perisic…”

Dalle colonne del Corriere della Sera, il giorno dopo la netta vittoria dell'Inter contro il Milan, arriva l'analisi di Mario Sconcerti

Gianni Pampinella

Dalle colonne del Corriere della Sera, il giorno dopo la netta vittoria dell'Inter contro il Milan, arriva l'analisi di Mario Sconcerti. Il giornalista ha elogiato in particolare Lautaro, autore di una doppietta e una grande gara.

"È stata un’Inter europea dove Lautaro è diventato il migliore. In questo c’è quasi intero il miglioramento della squadra. Lautaro ha sempre segnato ma ha spesso sbagliato destinazione. Fino a otto giorni fa 8 dei suoi 10 gol erano stati sparsi su squadre medio piccole. Il lavoro vero era sempre toccato a Lukaku. Conte si lamentava, non vedeva la celebre LuLa, non c’era una coppia, c’era un piccolo elegante saprofita. Il salto di qualità di Lautaro è il salto di tutta l’Inter. Lautaro va oltre il miglior Dybala perché non ha incertezze di ruolo ed è ancora nell’età in cui l’immaginazione è sostanza. L’Inter ha una delle migliori coppie offensive del continente".

 Getty Images

"L’altro pilastro della diversità è la trasformazione di Perisic in esterno di lotta e di governo. Ha restituito peso e qualità all’idea originaria di Conte e del suo vecchio 3-3-4, idea quasi utopica perché porta equilibri francescani tra le due fasce e il resto della squadra, ma capace di grandi differenze quando trovi gli uomini adatti. L’Inter fa quel che vuole, vince e perde da sola, non ha veri avversari. Dipende da questo il cambiamento di apparenza di Eriksen. Oggi l’Inter se lo può permettere. Conte con lui si è davvero inventato una squadra estrema, quasi ignota alle vecchie intelligenze. L’Inter oggi è una glaciale forzatura che rovescia quasi tutte le convinzioni del calcio".

(Corriere della Sera)

 

tutte le notizie di

Potresti esserti perso