Serie A, classifica congelata? CorSera: “Se non arrivasse l’ok del Governo, tra dieci giorni…”

A riportarlo è il Corriere della Sera

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“Non c’è pace nella tormentata primavera del coronavirus. In attesa di capire se il calcio ricomincerà a vivere, ogni occasione diventa motivo di scontro”. Apre così l’articolo del Corriere della Sera in merito alla lettera scritta da 17 medici di Serie A ed inviata alla commissione medica della Figc nella quale si contesta il protocollo stilato per la ripresa degli allenamenti. Nel documento sono contenute tutte le varie perplessità – la principale riguarda le conseguenze legali e penali in caso di nuovo positivo – ed è firmato dai medici dei club di A tranne quelli di Juventus, Lazio e Genoa. “La Federcalcio fa notare che la lettera in questione, datata 19 aprile, è stata già recepita dalla commissione di Zeppilli e le posizioni dei vari club oggetto della discussione di mercoledì scorso con il ministro Spadafora“, spiega il CorSera ma i problemi restano, così come le tensioni tra Malagò e Gravina e tra il professor Zeppilli e Casasco.

FIGC, AVANTI TUTTA – Nonostante le ultime tutt’altro che positive, la FIGC va avanti e resta in attesa delle decisioni di Spadafora e del Governo, il cui decreto, atteso per l’inizio della prossima settimana, dovrebbe permettere gli allenamenti individuali ma non di gruppo, questi ultimi possibili forse dal 18 maggio. E, per il futuro del calcio, sarà chiave il consiglio Federale previsto tra il 5 e il 7 maggio prossimi: Quel giorno si “dovrebbe cominciare ad affrontare il tema del congelamento della classifica se il governo allungasse all’estate la clausura del pallone”, analizza il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy