FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Simeone: “4 gol? Mi sono caricato guardando Rocky. Papà Diego mi ha scritto che…”

Getty Images

Dopo i 4 gol segnati alla Lazio, Giovanni Simeone ha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport. Ecco un estratto

Matteo Pifferi

Dopo i 4 gol segnati alla Lazio, Giovanni Simeone ha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport. Ecco un estratto.

Papà Diego le ha detto che poteva essere un po’ meno impietoso con la sua Lazio?

"No, era molto felice. Mi ha scritto che ho fatto la miglior partita della mia carriera. Ha detto: ‘Non ti ho mai visto così. Al di là dei gol, non hai perso palloni e hai aiutato sempre i compagni’".

Ha qualcosa contro Sarri? Ricorda la tripletta con la Fiorentina che in pratica gli fece perdere lo scudetto?

Ride. "È stato un caso ovviamente. Vorrei segnare contro tutte le squadre e tutti gli allenatori, anche a mio padre se lo dovessi sfidare".

Ci racconta cosa è successo la mattina prima della gara con la Lazio?

"Mi sono alzato e ho pensato: e se faccio due o tre gol stavolta? Solo che la sensazione era diversa, non mi sono svegliato bene, avevo mal di schiena e infatti ho chiesto subito di lavorare sulla mobilità per riattivarmi. E poi ho fatto i miei giochi di concentrazione sul computer. La cosa buona è che ho capito di non essere nello stato psico-fisico giusto e ho lavorato per arrivare alla partita meglio possibile. Poi ho guardato un film di Rocky, lo faccio sempre quando ho bisogno di una carica extra. C’è una frase di Rocky a cui penso sempre: che la vita ti mette spesso in ginocchio e non importa quanto colpisci, importa è quante volte ti rialzi".

Ma la sua esplosione è davvero farina del sacco dei metodi di concentrazione e lo studio tattico sul taccuino o c’è altro?

"Non c’è alcun segreto, solo tanto lavoro. Cerco sempre di migliorarmi e uso tutti i metodi possibili, tra cui quelli che ha citato. In più ho imparato a fare la meditazione giusta. Ma questo non vuol dire che tutti dovrebbero fare così. Ognuno ha i suoi metodi. Con me funzionano questi, mi fanno sentire in equilibrio, in tutti i sensi".