Inter, tampone ‘dubbio’ di Gagliardini: “Spiegazione? Appartiene a quel 20% che nel naso…”

di Marco Macca, @macca_marco

Il tampone dal risultato dubbio ha subito fatto scattare l’allarme, sia all’interno dell’ambiente Italia sia all’Inter, dove in questa stagione hanno già subito diverse defezioni a causa del Covid.

Roberto Gagliardini è subito tornato a Milano dalla federazione e nelle prossime ore si attende l’esito di un ulteriore test per avere la verità sul suo stato di salute. Secondo quanto riporta la Gazzetta, questa potrebbe essere la spiegazione del risultato incerto del tampone:

“… Gaglia, che ha già avuto il virus e lo ha superato, si muove in una legislazione non univoca: la Uefa non gli chiede nuovi tamponi, mentre l’Italia sì. Più nel dettaglio, appartiene a quell’ampia fetta di guariti (per gli scienziati circa il 20% del totale) che può avere ancora temporaneamente qualche innocuo detrito virale nelle cavità nasali. Nulla che possa rendere Gaglia contagioso e tutto dipendente solo dall’accuratezza del test. Già nel giorno di Atalanta-Inter, infatti, il centrocampista era tornato a essere totalmente negativo“.

(Fonte: la Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy