Unione consumatori: “Gare a porte chiuse? Sì al rimborso, no al risarcimento perché…”

Unione consumatori: “Gare a porte chiuse? Sì al rimborso, no al risarcimento perché…”

Le parole di Massimiliano Dona presidente di UNC

di Daniele Vitiello, @DanViti

Quali tutele attendono chi ha acquistato un biglietto per una gara che verrà poi disputata a porte chiuse a causa delle misure di prevenzione per il Coronavirus? Secondo Massimiliano Dona, presidente di Unc: “Non solo bisogna rimborsare il biglietto, ma anche l’abbonato ha diritto alla restituzione di una quota parte dell’abbonamento”. Il fatto che sia partito dal Governo – si legge sul sito di Repubblica -, fa sì che non scatti anche il diritto al risarcimento del danno, essendo tale evento non imputabile agli organizzatori, ma certo i tifosi hanno diritto a essere rimborsati. È un diritto sacrosanto del consumatore pagare solo a condizione di poter assistere alla competizione sportiva. Vale per ogni tipo di spettacolo, dai concerti al cinema”.

Inter-Ludogorets, anche l’Uefa conferma: “Si gioca a porte chiuse. E continueremo a…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy