FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Visnadi: “Suning non sarà più padrone dell’Inter. Juve, grana Perugia: Paratici rischia…”

Il giornalista ha fatto il punto della situazione in casa Inter e Juve in vista del big-match

Matteo Pifferi

Intervenuto sulle colonne de il Giornale, Gianni Visnadiha commentato così l'avvicinamento a Inter-Juventus:

"Una vigilia piena di rispetto dialettico per una partita che conta più dei semplici 3 punti. Per l’Inter che è davanti, un test; per la Juventus che insegue, una necessità. Guai a perdere, ma anche pareggiare potrebbe valere sconfitta per entrambe, a fronte di un’altra vittoria del Milan. Pirlo è generoso con Conte («da lui ho imparato tanto, è stato il primo che mi ha fatto pensare di diventare allenatore»), Conte è sincero con la Juventus («vince da 9 stagioni e ogni anno si rafforza, nessuno in Italia è forte come loro»). Vogliamoci bene, almeno fino a stasera. Per un giorno, oggi, forse l’Inter parlerà solo di campo, perché anche ieri le voci che rimbalzavano dal mondo finanziario parlavano di trattativa lanciata con Bc Partners: tra poche settimane, Suning non dovrebbe più essere padrone dell’Inter, uno scenario non immaginabile, pochi mesi fa".

STIPENDI INTER E HAKIMI - "Ma ugualmente, chi avrebbe mai detto che in 6 mesi i calciatori dell’Inter avrebbero incassato solo 2 stipendi su 6? Così, sembra un successo aver strappato al Real la proroga del pagamento della prima rata per Hakimi. Buon per Conte, che almeno stasera non ci siano problemi di formazione: gioca la “sua” Inter. C’è ovviamente ancora Vidal, con Eriksen in panchina e Sensi infortunato. Il danese è “promosso” al ruolo di vice Brozovic («lo stiamo impostando in quella posizione, visto che non abbiamo alternative in rosa»). La Juventus non ha dubbi di proprietà né problemi di liquidità, ma la grana Perugia ha lasciato il segno e qualcuno pagherà (Paratici in scadenza?). C’è poi la sfida nella sfida tra Ronaldo e Lukaku. Per arginare il gigante di Conte, a Pirlo avrebbe fatto comodo De Ligt, ma l’olandese è ancora fuori per covid, e come lui (salvo negatività dell’ultimo istante) Alex Sandro e Cuadrado. A Lukaku dovranno pensarci Chiellini e Bonucci. Manca anche Dybala, ma ci sono Chiesa e McKennie: 10 giorni fa hanno castigato il Milan capolista".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso