Zazzaroni: “Il calcio deve andare avanti. E i profeti della chiusura farebbero bene a tacere”

L’opinione del direttore del CorSport

di Marco Astori, @MarcoAstori_

In un breve video editoriale pubblicato sulla pagina Facebook del Corriere dello Sport, il direttore Ivan Zazzaroni ha detto la sua sulla situazione calcio e Covid-19, spiegando perché è impossibile un’interruzione del campionato: “C’è un altro positivo nell’Inter, siamo saliti a 5 e forse qualcun altro arriverà. Ce ne sono poi 5 in Under-21. Ogni giorno assistiamo ad uno stillicidio di positività nel calcio. Naturalmente arrivano subito quelli che dicono “sospendiamo il campionato” e “chiudiamo tutto”: sì, ma fino a quando? Avete delle certezze? Sapete già quando tutto questo finirà e si potrà ritornare ad una vita più regolare? No, nessuno ce l’ha questa certezza.

Bisogna andare avanti, così come si è proseguito in estate: oggi bisogna assolutamente tentare di andare avanti, non c’è alternativa. L’alternativa è chiudere tutto: chiedete ad un commerciante di chiudere, o ad un ristoratore o ad un albergatore. Bisogna convivere con questo bruttissimo momento, anche nel calcio: la cosa principale è un’assunzione di responsabilità da parte di tutti, in particolare dei presidenti. Solo in Italia ci poniamo questo problema, il tema della sospensione: dalle altre parti vanno avanti. Occorre la consapevolezza del momento e il senso della rinuncia: è un campionato particolare e irregolare, come la nostra vita. Si deve andare avanti. E i profeti della chiusura farebbero una cosa veramente utile se tacessero. Chi vive di calcio vuole continuare a giocare anche in questo momento perché non esiste alternativa“, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy