In Croazia raccontano il Perisic bambino: “Ecco perché è così forte e resistente. E quel soprannome…”

L’esterno nerazzurro ha lavorato in fattoria con suo padre, un’attività che durante l’adolescenza lo ha forgiato

Il sito agroklub.com scava nel passato di Ivan Perisic e racconta come da bambino aiutasse suo padre che aveva un allevamento di polli.

“Alcuni dei migliori calciatori al mondo provengono da fattorie, dove hanno appreso la cultura del lavoro e la perseveranza. Tra questi c’è sicuramente Ivan Perisic che ha trascorso la sua infanzia a lavorare con suo padre nell’allevamento di pollame a Koprivno, dove viveva con la sua famiglia. Perisic era circondato da galline e per questo motivo porta ancora il soprannome di “Koka”.

A 17 anni risultò essere il miglior calciatore dell’ Hajduk, a lui si interessò il Sochaux e così Ivan lasciò la Croazia: “Per lui fu un’ottima cosa, anche perché il lavoro in fattoria iniziava a divenire sempre più instabile”, spiega suo padre, che nel 2010 ha definitivamente chiuso l’azienda. Di Ivan Perisic parla anche un ragazzo che insieme alla sorella ha lavorato con lui in fattoria e spiega come era difficile immaginare che Ivan avrebbe fatto un lavoro differente da quello del padre ma racconta come siano state proprio le origini di Ivan ad avergli donato tutta la resistenza che oggi dimostra di avere in campo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy