Malcom, furia Pallotta: “Barcellona, scuse negate a meno che non ci diano Messi. E quel deficiente…”

James Pallotta, presidente della Roma, è tornato a parlare del caso Malcom

James Pallotta, presidente della Roma, è tornato a parlare del caso Malcom, scippato ai giallorossi dal Barcellona, e lo ha fatto ai microfoni della radio Sirius XM, riportato da ForzaRoma.info:

Il Barcellona è intervenuto in maniera poco etica. La mattina Monchi era in video conferenza con l’agente, l’accordo era fatto. Abbiamo le prove legali, sembra che il Bordeaux sarà chiamato a testimoniare.Ieri il Barcellona ci ha chiesto scusa per Malcom, ma non le accetto, a meno che non ci vendano Messi. Il calciatore voleva venire da noi, con l’Everton e il Leicester c’erano stati solo colloqui formali. Con lui avevamo già concordato una clausola risolutoria di 120 milioni di euro.”. 

L’agente di Malcom?
“Forse è solo un deficiente”.

 Però non era stato firmato nessun contratto…
“Questa è una stronz***. Tutti i club sanno come funzionano queste cose. Dimenticate l’aspetto legale, non è etico e morale”.

Chiusi i rapporti con il Barcellona anche in futuro? 
“No non sono chiusi, loro sono più grandi di noi. Avremo altri accordi con loro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy