VIDEO / Amarcord: 3-5-1999. Roma-Inter 4-5: è Ronnie show ma decide il Cholo

Sono passati già 17 anni da quel 5-4 dell’Inter allo stadio Olimpico di Roma entrato nella memoria di molti tifosi interisti.

SE LEGGI DA APP CLICCA QUI

Sono passati già 17 anni da quel 5-4 dell’Inter allo stadio Olimpico di Roma entrato nella memoria di molti tifosi interisti. Era la 31a giornata di campionato e l’Inter, guidata da Roy Hodgson, scende in campo a Roma, contro il giallorossi di Mister Zeman. Ronaldo e compagnia si presentano all’Olimpico con 40 punti in classifica, dopo un’annata deludente. La Roma, al contrario, vive un momento di calcio esaltante che dura da circa due anni. Il primo tempo è maggiormente di marca interista, e vede protagonista un ispiratissimo Baggio, fenomeno come sempre nel dettare più volte il passaggio decisivo e i tempi della gara. E’ su un suo suggerimento che Ronaldo taglia in due la difesa giallorossa e salta Konsel in uscita al 16′, siglando l’uno a zero. I più si aspetterebbero la risposta veemente della Roma, ma è l’Inter ad amministrare la partita e affondare più volte, fino a trovare il secondo gol con Zamorano, bravo e fortunato nel girare a rete un cross dal fondo del solito numero 10 interista. Finalmente la Roma si scuote Paulo Sergio viene braccato da Silvestre al centro dell’area di rigore. Tiro dagli undici metri e gol di Totti, che batte Pagliuca. Ma dieci minuti prima dell’intervallo, Zanetti regala un assist meraviglioso a Zamorano, che scatta sul filo del fuorigioco e con un grandissimo scavetto segna il 3-1. Nella ripresa la Roma reagisce e dopo tre minuti infatti si è già sul 3-3. Prima Paulo Sergio, poi Delvecchio. La difesa dei padroni di casa si alza, Baggio lancia  Zamorano che, a tu per tu con Konsel, serve il liberissimo Ronaldo: il brasiliano deve solo depositare in porta per la doppietta personale e il nuovo vantaggio interista. Al 63′ Pagliuca deve uscire per infortunio e viene sostituito da Frey, che resiste solo per un quarto d’ora. Al 78′ infatti da un tiro sbagliato di Paulo Sergio la palla arriva a Totti, che fa una sponda per Di Francesco: il tiro del centrocampista non è irresistibile, ma Frey non può nulla. Sembra finita, ma prima Djorkaeff impegna Konsel da fuori area, poi ancora Baggio va al cross su punizione: Simeone stacca di testa e segna il clamoroso 5-4.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy