VIDEO FCIN1908 / Marotta risponde a Nedved: “Non si può pretendere che il dirigente…”

Il dirigente nerazzurro risponde a Pavel Nedved

Nel corso dell’evento “Il Foglio a San Siro”, Beppe Marotta ha risposto alle dichiarazioni rilasciate qualche tempo fa da Pavel Nedved. Il dirigente bianconero aveva dichiarato che “Marotta forse non è mai stato juventino”. L’ad nerazzurro risponde così: “Io sono un tifoso del calcio, è una malattia, passione tifo, insieme di valori e ho frequentato da piccolo i campi di allenamento del Varese e da lì mi sono innamorato del calcio e quindi delle squadre nelle quali ho lavorato. Per me è una professione e seguo con particolare attenzione le gesta dei giocatori e spero sempre sia contento nella squadra che guido. L’uscita di Pavel, che a sua volta veniva dalla Lazio, è legata al suo essere spontaneo. Il concetto è che non si può pretendere che il dirigente, l’allenatore o il giocatore abbia una fede. Io tifo Varese. Ritengo che la professionalità conti”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy