Vieri fa il polemico: “L’Inter non ha messo il mio nome in spogliatoio per la causa. Ce lo metto io”

L’ex attaccante dell’Inter nelle sue storie su Instagram dice di voler il suo nome tra le maglie disegnate nello spogliatoio nerazzurro

ieri è al Meazza per la partita di addio al calcio di Pirlo e in una delle storie su Instagram protesta pacificamente: “Ci sono tutti i nomi nello spogliatoio dell’Inter tranne il mio perché sto facendo causa. Ora lo metto io”, ha detto e ha disegnato il suo nome sul muro, su una maglia nerazzurra senza nome. L’attaccante si riferisce alla causa contro l’Inter di Moratti e la Telecom che avevano fatto seguirlo nel periodo in cui giocava a Milano e lui aveva denunciato il fatto per aver sofferto di causa e insonnia. I suoi avvocati avevano chiesto 12 mln di danni alla compagnia telefonica e 9.25 al club nerazzurro. In primo grado Inter e Telecom erano state chiamate a pagare un mln di euro per ma nel 2015, con l’appello la sanzione per i nerazzurri si era ridotta a 40mila euro e per Telecom a 80mila euro. Nel gennaio 2018, la corte d’Appello di Milano ha rigettato il ricorso e ha costretto Vieri a ridare alle due società 33 mila euro più spese. 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy