Conte ha alzato la voce: una ‘sfuriata’ di nome De Vrij. E l’Inter ha subito fatto la sua mossa

Conte ha alzato la voce: una ‘sfuriata’ di nome De Vrij. E l’Inter ha subito fatto la sua mossa

Il tecnico nerazzurro ha scelto il difensore olandese come vero, autentico leader della difesa nerazzurra

di Redazione1908

Ci sono alcune cose su cui non si scherza. Una di queste, per Antonio Conte, si chiama Stefan De Vrij. Il tecnico nerazzurro ha scelto il difensore olandese come vero, autentico leader della difesa interista. Più di Skriniar, più di un Godin finito in bilico, più ovviamente dell’emergente Bastoni. E’ De Vrij il vero pilastro nonché primo regista nerazzurro.

E Conte, quando gli è stato riferito dell’assalto del Barcellona, si è fatto sentire. A muso duro. Lo racconta Fabrizio Romano su Calciomercato.com.

“Un uomo di Conte in piena regola, al punto che la prima volta in cui l’allenatore si è trovato costretto ad alzare i toni un anno fa è stato a fronte dei tentativi del Barcellona per de Vrij. Lo raccontavano i quotidiani catalani e ci lavoravano effettivamente i dirigenti blaugrana a caccia di un centrale, ma Conte è stato chiarissimo (a suo modo…) per opporsi a ogni ipotesi di cessione per l’olandese. Il suo valore è cambiato in maniera impressionante negli anni e anche negli ultimi mesi per come la vede l’Inter: all’estero si racconta di 45/48 milioni come riferimento quando si parla di lui, in realtà l’Inter valuta de Vrij non meno di 70 milioni per il suo rendimento attuale, l’età e lo spessore del giocatore al di là di ogni ribasso legato alla crisi post-Coronavirus. Intoccabile per Conte, appunto. Un veto non da poco“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy