Conte “trolla” in conferenza: una risposta spiega tutto e spiazza solo chi non lo conosce

Antonio Conte prosegue nel suo percorso rinnovato: nessuno sfogo in conferenza ma concetti spesso velati dietro l’ironia

di Daniele Mari, @marifcinter

Un Antonio Conte diverso in conferenza stampa. Diverso solo per chi non lo conosce e non ne conosce le sfumature e soprattutto le convinzioni. Anche ieri, alla vigilia di Inter-Torino, il tecnico nerazzurro ha espresso un concetto che ha spiazzato molti.

Possiamo essere orgogliosi di essere considerati i più competitivi. Rispetto a squadre che vengono da un dominio assoluto. Allora significa che stiamo facendo qualcosa di straordinario, ha qualcosa dell’incredibile e del miracoloso”, ha sentenziato l’allenatore.

Conte, quindi, sente di guidare la squadra favorita per lo scudetto? Tutt’altro. La risposta, volutamente forzata, somiglia molto più a una “trollata” che a una risposta sincera.

Conte non considera affatto l’Inter la favorita per lo scudetto, anzi ritiene poco onesto intellettualmente chi mette i nerazzurri in cima alla piramide. Quel “mi auguro ci sia onestà intellettuale da parte di chi giudica”, pronunciato poco prima, spiega molto del pensiero Contiano.

Conte ritiene l’Inter strutturata numericamente ma con una rosa poco omogenea, con alcune falle soprattutto in alcune zone di campo (non un mistero la richiesta di un mediano di rottura).

Getty Images

Quindi, l’orgoglio mostrato per i favori del pronostico è solo pungente ironia. Conte (giustamente) ritiene che la favorita non possa non essere la squadra che ha vinto gli ultimi 9 scudetti. E ritiene solo indebito pressing sull’Inter questo voler mettere i nerazzurri come favoriti assoluti. Da lì le forzature sul lavoro “miracoloso” fatto in un solo anno, quasi a voler rimandare la palla nel campo dei giornalisti.

“Se siamo i favoriti, dopo solo un anno, allora vuol dire che il nostro lavoro è stato miracoloso”. Una replica che zittisce molti critici.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy