FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

ESCLUSIVA Colonnese: “Eriksen play? Ho un dubbio. Ibra-Lukaku? Se Romelu ha reagito così…”

L'ex difensore dell'Inter ha parlato a FCINTER1908 del momento dei nerazzurri e delle ultime voci di mercato e societarie

Andrea Della Sala

L'ex difensore dell'Inter Ciccio Colonnese ha parlato a FCINTER1908 del momento dei nerazzurri e delle ultime voci di mercato e del possibile cambio di proprietà per il club nerazzurro:

BENEVENTO - "Oggi l'Inter deve andare a prendersi la vittoria e proseguire l'ottimo cammino intrapreso dopo la vittoria con la Juve. Serve una squadra concentrata aggressiva, come si è visto nelle ultime settimane e nel derby". 

MERCATO - "Il calciomercato è strano, all'improvviso nascono operazioni imprevedibili. Dzeko è un grande giocatore, un attaccante che Conte ha sempre voluto, sarebbe stato sicuramente un valore aggiunto per l'Inter. Dzeko è un titolare nella Roma, Sanchez è una riserva, se fosse andata a buon fine la trattativa sicuramente sarebbe stato un affare per l'Inter".

ERIKSEN - "Non penso che Conte oggi cambierà molto, non so se giocherà lui oggi. Svolta? Può anche essere, il calcio è così. Quando i giocatori si sbloccano trovano fiducia e può essere il suo caso. Ora non so potrà diventare un titolare, è tanto tempo che non gioca con continuità, non credo che un gol possa cambiare il destino di un giocatore. Servono altre prestazioni. Regista? Può farlo, ma ho la sensazione che sia una forzatura. Può farlo a gara in corso con le squadre stanche e che pressano meno. Con la sua mobilità in quel ruolo penso che andrebbe in difficoltà". 

IBRA/LUKAKU - "Da giocatore ho avuto anche io parecchi scontri. Sono cose di campo, non so cosa sia successo, sicuramente non è stata una bella cosa. Per vedere una reazione così da Lukaku, credo che Ibrahimovic sia andato oltre. Anche io ho avuto scontri, ma solo cose di campo. Da interista però ha portato un vantaggio all'Inter, l'espulsione di Ibrahimovic è stata una cosa positiva, ha dato la scossa all'Inter per vincere la partita".

 Getty Images

SOCIETÀ - "La squadra ne può risentire, anche se ora sembra di no. L'Inter risponde, i risultati aiutano e il gruppo sembra compatto. Per il bene dell'Inter e dei tifosi mi auguro che si chiuda tutto presto, l'Inter merita ben altro, una società solida. In passato si è criticato altre società, ma l'Inter è un club diverso dagli altri. Solo chi ha giocato in questa squadra può davvero capire cosa sia l'interismo. Gli interisti sono unici, meritano altro, una società migliore. In questo momento la squadra sta lottando per il vertice ed è giusto che dietro ci sia una società solida".

SCUDETTO - "Fin dall'inizio ho detto che l'Inter è la squadra più forte, ha una rosa fortissima, un allenatore che conosce la squadra da tanto. Ha un solo obiettivo ed è secondo me la candidata numero uno. È una squadra pronta per vincere lo scudetto".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso