La nuova Inter prende forma, 2 gli addii top. Cavani non basta, attacco da rifondare e in mezzo…

La nuova Inter prende forma, 2 gli addii top. Cavani non basta, attacco da rifondare e in mezzo…

Marotta e Ausilio sono al lavoro per costruire la rosa della prossima stagione: oltre a Cavani serviranno altri due attaccanti per Conte

di Andrea Della Sala, @dellas8427

L’Inter 2020/21 sta prendendo piano piano forma. Seguendo le indicazioni di Conte, Marotta e Ausilio sono al lavoro per allestire la rosa della prossima stagione. Sono in arrivo due cessioni importanti, tramite le quali gli uomini mercato nerazzurri potranno mettere a segno i colpi programmati. Coi soldi delle cessioni di Icardi e di Lautaro Martinez, l’Inter avrebbe un tesoretto per rinforzare la squadra in tutti i reparti.

“Resta però un dubbio legato all’attacco, che sarà totalmente rivoluzionato. Solo Lukaku oggi è sicuro di rimanere in nerazzurro, mentre Sanchez tornerà al Manchester United una volta scaduto il prestito. Poi? Lautaro al Barcellona aprirebbe la strada di Appiano per Cavani, ma poi dietro all’ipotetica coppia Lukaku-Cavani l’Inter dovrebbe piazzare altri due colpi, considerando che anche Sebastiano Esposito è destinato ad andare via in prestito, per trovare continuità di rendimento e un minutaggio importante”, spiega Gazzetta.it.

“Un investimento importante verrà fatto in mezzo al campo, dove Sandro Tonali resta obiettivo vivo e concreto e il costo dell’operazione difficilmente sarà inferiore ai 40 milioni. Per il reparto offensivo l’Inter è tornata forte su Cavani, pur sapendo che il solo Matador non può bastare. Serviranno almeno altri due attaccanti, di cui uno di esperienza internazionale per poter essere competitivi in campionato e in Champions. Difficile oggi tracciare un identikit, più semplice valutare un possibile rientro “a casa” di Andrea Pinamonti, ceduto al Genoa la scorsa estate per fare cassa, ma mantenendo una sorta di prelazione futura. Nulla di scritto, solo accordi verbali tra due club comunque in ottimi rapporti. Pinamonti allora è una traccia da seguire, ma non l’unica. Perché Conte avrà bisogno di cinque punte per puntare a un titolo”, spiega il portale del quotidiano sportivo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy