Inter, Lukaku e Lautaro di nuovo insieme. Romelu chiama e fissa gli obiettivi: scudetto, EL e record

Il centravanti dell’Inter tornerà oggi a Milano e parlerà con l’argentino per rilanciare la stagione della squadra di Conte

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Lukaku e Lautaro

In attesa di capire quando e se il campionato di Serie A potrà ripartire, Romelu Lukaku sarà di ritorno oggi a Milano. L’attaccante era andato in Belgio per raggiungere mamma e figlio, oggi sarà in Italia e dovrà stare in quarantena per 14 giorni. A Milano ritroverà il suo compagno e amico Lautaro Martinez. I due hanno fatto coppia fissa nell’attacco dell’Inter di Conte e non vogliono fermarsi, se riprenderà la stagione vogliono togliersi altre soddisfazioni.

“C’è un’Europa League che ora come ora non può non stuzzicare. C’è anche la possibilità di diventare la coppia-gol del millennio interista. E da oggi, in qualche modo, il filo tra i due ricomincerà ad annodarsi, perché Lukaku sarà di nuovo a Milano. Lautaro non si è mosso dall’inizio del «lockdown» e ha documentato sui social il mese casalingo passato insieme con la bella fidanzata Agustina, tra esercizi nel terrazzo dell’attico di City Life, grigliate e pure sfide a poker. Romelu dopo l’isolamento obbligatorio post contagio di Rugani è volato a Bruxelles per stare accanto a mamma Adolphine e al figlio Romeo, ma ha già in mano il biglietto di ritorno: oggi sarà di nuovo in città, e la Pasqua la passerà anche lui a City Life.

Dentro lo stesso comprensorio dell’argentino, in uno dei condomini di lusso che sembrano gigantesche navi da crociera ideati dalla archistar anglo-irachena Zaha Hadid. Il numero 9 nerazzurro dovrà fare altri 14 giorni di lavoro in quarantena e di certo troverà il tempo di salutare l’amico Lautaro: una telefonata o un ciao da un terrazzo all’altro, magari come il Toro ha fatto nei giorni scorsi con Candreva, anche lui inquilino molto speciale nella zona dei nuovi grattacieli di Milano. Poi, dopo le due settimane a casa, chissà se si potrà ritornare a lavorare tutti ad Appiano”, spiega La Gazzetta dello Sport.

La stagione può ripartire e i due attaccanti vogliono farsi trovare pronto e ritrovare subito il feeling che ha fatto la fortuna dell’Inter: “Il feeling tra il 9 e il 10 è stato totale e immediato: sono due attaccanti che si completano, si parlano in spagnolo e italiano, e vederli lontani tra allenamenti e ritiri è stato praticamente impossibile. Così è nata quella magia che ha spinto entrambi su livelli di eccellenza. L’attacco dell’Inter sono stati loro. Sanchez si è infortunato presto e non si è praticamente visto. Esposito ha annusato il calcio dei grandi ma non gli si poteva chiedere di più. Insomma, i due hanno ballato tutto l’anno. E se Lukaku ha scacciato l’ombra di Icardi praticamente da subito, Lautaro è invece diventato grande in fretta, meritandosi le attenzioni di Barcellona, City e Real e i complimenti di Leo Messi, che lo vorrebbe al suo fianco in Catalogna”, analizza La Gazzetta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy