Messi, Zhang si è già mosso. Suning studia l’affare spaziale: FFP e un nuovo sponsor in aiuto dell’Inter

Messi, Zhang si è già mosso. Suning studia l’affare spaziale: FFP e un nuovo sponsor in aiuto dell’Inter

Il presidente dell’Inter ne ha già parlato e nelle corde di Suning c’è la possibilità di mettere a segno un colpo del genere

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Il sogno Messi per l’Inter continua a rimanere un  sogno, ma ci sono le possibilità per Suning perché diventi realtà. La proprietà cinese ha nelle corde i numeri per poter mettere a segno un super colpo del genere. “Resta roba per eletti, anche solo pensare di colloquiare con il clan Messi o con Bartomeu, presidente del Barcellona – magari a margine di una riunione Eca – e chiedere informazioni sul futuro del 10 più 10 che c’è. Zhang l’ha fatto davvero. Perché Suning può, se vuole”, rivela La Gazzetta dello Sport.

“La condizione imprescindibile, va ricordato, è che Messi decida di interrompere il suo rapporto con il Barcellona. Se questo avvenisse, Suning avrebbe il pieno diritto di iscriversi alla corsa. Anche a fronte di un impegno da 260 milioni di euro lordi (grazie al Decreto Crescita) in quattro anni, tenendo in considerazione uno stipendio da 50 milioni netti. Il fatturato dell’Inter, che oggi dice 377 milioni plusvalenze escluse, è destinato a lievitare con l’arrivo, nel 2021, di un nuovo main sponsor che sostituirà Pirelli, dal quale ricavare una cifra di 30 milioni a stagione. La chiave, di un possibile investimento, è da ricercare in una proprietà come Suning che ha già iniettato nelle casse nerazzurre 700 milioni di euro. E altri 32 sono in arrivo, visto il contratto di sponsorizzazione del kit di allenamento appena rinnovato fino al 2022″.

Due motivi inducono a pensare che l’affare sia fattibile per Suning: “Primo: Con un fair play finanziario che, causa Covid, avrà maglie più larghe almeno per una stagione, accorpando di fatto i bilanci 2020 e 2021. Secondo punto: non si può ignorare come la sentenza del Tas sul caso Manchester City possa in qualche modo influire sulla voglia e la possibilità di altre società di accogliere gli introiti di aziende partner, proprio sulla scia di quanto fatto dal City (o magari anche dal Psg). Tradotto, in termini semplici: è più che verosimile che Suning, alla ricerca del main sponsor di cui sopra e in virtù dell’enorme rete di rapporti commerciali costruiti, canalizzi verso l’Inter un accordo simile ai top club (oggi Pirelli versa all’Inter 12 milioni garantiti, Jeep alla Juve ne dà 42)”, spiega Gazzetta.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy