Sanchez: “Con Conte non molli mai, l’Inter una famiglia. Sto in forma e qui ho trovato…”

Le dichiarazioni del cileno rilasciate ai microfoni di Sky Sport

di Gianni Pampinella

La lotta scudetto, il rapporto con i compagni, l’addio allo United. Sono tanti i temi affrontati da Alexis Sanchez nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Sky Sport. “Con la Fiorentina è stata una partita molto difficile, perdevamo 3-2 e poi abbiamo rimontato. Quella grinta e quella voglia ci deve essere sempre. Due partite è troppo presto per pensare in grande, dobbiamo migliorare in tutti i sensi, nella testa, nel giocare meglio e difendere. Credo che stiamo facendo bene adesso, ma possiamo fare di più. Col Benevento mi sentivo in forma, solo che mi manca giocare di più, sono un giocatore che più gioca e meglio si sente in tutti i sensi. Però sono molto contento perché mi sento in forma e ho voglia di giocare. Sono molto per i miei compagni perché sono stati bravi. Mi piace quello che faccio, il mio lavoro è il calcio, amo il calcio. Quando ero allo United volevo respirare altra aria e credo che quando sono arrivato all’Inter ho trovato un allenatore che non ti lascia mollare. Anche gli altri hanno voglia di imparare e vincere. Si è creato una famiglia con tutta la gente che lavora. Lo scudetto? Troppo presto per parlarne, adesso dobbiamo migliorare. Quello che non deve succedere e rilassarsi e stare concentrati per vincere ogni partita. Vidal? È un giocatore che capisce molto il calcio e trovare un giocatore così è difficile nel calcio mondiale. Lautaro e Lukaku sono due potenze, uno ha una cosa che l’altro non ha“.

(Sky Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy