FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Vidal si prende l’Inter e sfida la ‘sua’ Juve: “Grande interrogativo su Calhanoglu”

Vidal si prende l’Inter e sfida la ‘sua’ Juve: “Grande interrogativo su Calhanoglu”

Il Corriere dello Sport si sofferma sulla crescita di Vidal verso il derby d'Italia di domenica: occhio alle gerarchie a centrocampo

Alessandro Cosattini

In ritardo, ma Arturo Vidal si sta prendendo l’Inter. Un altro gol pesantissimo per il cileno, dopo quello della scorsa stagione nel derby d’Italia contro la ‘sua’ Juve. Anche domenica a San Siro ci sarà la sfida contro l’ex squadra e Vidal - sul campo e a parole - ha già lanciato la sfida ai bianconeri, che stanno recuperando il terreno perso a inizio campionato. Sprazzi di vero Vidal si erano già visti a inizio stagione, come sottolinea oggi il Corriere dello Sport.

 Getty Images

Già alla prima giornata, gol e assist contro il Genoa. Quando la nuova Inter si stava svelando. Tra un Dzeko goleador e l'unica magia con la casacca nerazzurra di Calhanoglu. L'idea definita di Inter parte anche da Vidal. Per un anno di rivincita, dopo le difficoltà della prima stagione che pure ha avuto Conte – già allenatore del cileno alla Juve – come condottiero. Poi, a stretto giro, il pallone coi giri contati che Vidal serviva a Darmian propiziando il gol di Correa nel finale a Verona. Un gesto tecnico, nel secondo atto di questo campionato, reso facile da un giocatore che di qualità ne può distribuire molta. Proprio per questo lui e Dzeko, contro lo Sheriff, si sono trovati con il feeling che occorre in casi del genere. Combinazioni, idee, spunti. Tutto per costruire il 3-1 salvifico - e pure stretto per Inzaghi - di San Siro, con l'Inter aggrappata alle speranze di qualificazione. E' mancato anche Vidal, nella fase di digiuno europeo interista. Ma ora ci sono i margini per rimettersi in carreggiata. Dzeko ha restituito il favore dell'assist ad Arturo, nella notte di Champions League”, si legge.

 Getty Images

È vero, mancava Hakan Calhanoglu contro lo Sheriff in Champions League. Ma non è detto che Simone Inzaghi voglia cambiare dopo la prova europea, in vista del derby d’Italia in programma domenica alle 20.45 a San Siro. Occhio dunque alla forte candidatura di Vidal per il ruolo di mezzala sinistra, accanto a Brozovic e Barella in mediana. “Adesso anche sulle gerarchie di Inzaghi in mezzo al campo, aleggia un grande interrogativo. Che parte dalle condizioni di Calhanoglu – ieri l'Inter non si è allenata, il turco verso la Juve dovrebbe comunque recuperare – e arriva al rendimento di Vidal. Decisivo già lo scorso gennaio, a San Siro, quando la squadra dominava il derby d'Italia. E, di fatto, sfilava ai bianconeri lo scettro tricolore dopo nove anni consecutivi. La rincorsa dell'Inter, in quel caso, era già partita. Quella di Vidal a una maglia da titolare è in corso a suon di buone prestazioni. Con vista su una partita più speciale che mai”, conclude il CorSport.

tutte le notizie di