Werner, Inter ha in mano le carte vincenti. Per l’assalto finale serve lo sprint del Barça per Lautaro

L’attaccante del Lipsia è il prescelto dell’Inter per sostituire Lautaro qualora dovesse partire, ma serve l’offerta importante del Barça

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Con la riapertura del mercato potrebbe esserci un gran giro di punte che dovrebbe riguardare anche l’Inter, soprattutto se Lautaro Martinez dovesse partire. Il Barça è in continuo pressing, ma ancora lontano da presentare un’offerta per riuscire a strappare il Toro al club nerazzurro. Intanto l’Inter si guarda attorno, alla ricerca del possibile sostituto. E tra questi c’è Timo Werner del Lipsia. L’attaccante ha una clausola rescissoria di 60 milioni di euro, ma dopo l’emergenza anche economica, il prezzo potrebbe scendere.

“L’Inter continua a monitorare la situazione, consapevole che il tempo stringe e che a breve andrà presa una decisione. Che però resta vincolata alla volontà di Lautaro e al suo ammiccamento con il Barcellona. Per cedere il Toro – legato da una clausola rescissoria da 111 milioni – l’Inter vuole almeno 90 milioni cash più una contropartita (Semedo, Firpo e Todibo i nomi più probabili) e quei soldi sarebbero totalmente reinvestiti per arrivare a Werner. La deadline che il Barcellona si è imposto per l’affare Lautaro in qualche modo può essere un assist per l’Inter: i catalani hanno presentato un’offerta da 80 milioni nelle scorse settimane, cifra ritenuta insufficiente dai nerazzurri. Se entro metà mese la trattativa non decollerà, il Barcellona potrebbe cambiare obiettivo e magari virare proprio su Werner. Che aspetta il Liverpool, certo. Ma che ovviamente si guarda intorno dopo aver dichiarato pubblicamente di aver voglia di cambiare e di cercare una nuova avventura lontano dalla Bundesliga. La Premier spinge, ma l’Inter è convinta di avere le carte per convincere il giocatore. Ammesso che alla fine Lautaro lasci davvero Milano: perché senza la partenza del Toro – probabilmente – anche l’Inter uscirebbe dalla corsa per Timo”, spiega La Gazzetta dello Sport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy