Conte: “Chiamato dall’Inter per cambiare giri al motore. A me non piace vivacchiare…”

Conte: “Chiamato dall’Inter per cambiare giri al motore. A me non piace vivacchiare…”

Il tecnico dell’Inter ha parlato in conferenza stampa dei suoi obiettivi e di quelli del club e del motivo per il quale ha accettato il lavoro in nerazzurro

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Dopo la sconfitta di Dortmund, l’Inter tornerà in campo domani sera a San Siro contro il Verona. Il tecnico dei nerazzurri Antonio Conte ha parlato in conferenza stampa dei motivi per cui è stato chiamato da Suning e della sua visione, della sua mentalità.

“Sono stato chiamato dall’Inter per cambiare qualcosa, per cambiare giri del motore, per cambiare una situazione che ha visto l’Inter per 9 anni fuori da qualsiasi situazione. Tranne che per gli ultimi due anni di Spalletti che ha fatto un grandissimo lavoro, vedendo anche io le difficoltà che sto incontrando. Sono stato chiamato e ho accettato l’Inter sapendo di arrivare in un momento storico difficile; chi c’è davanti lo è da tanto tempo e sono molto strutturati, non solo la Juve, ma anche altre squadre. Io porto aspettative, le metto su me stesso, ma non posso mantenerle da solo. Tutti qua devono cambiare giri del motore se vogliamo riportare, come vuole il presidente, l’Inter a competere tra i protagonisti. Qualsiasi cosa viene fatta per il bene dell’Inter, se creo difficoltà a qualcuno o se sto cercando di portare qualcuno a giri a cui non è abituato a lavorare questo mi dispiace. Nel momento in cui dovessi accorgermi che questo non può essere fatto diventa difficile. Io non posso snaturarmi, io chiedo tantissimo a me stesso, al mio staff, dobbiamo andare alla ricerca dell’eccellenza. Non possiamo accontentarci. Ho visto che qualcuno gioca su Conte, accontentato, io non posso accontentarmi, oggi dobbiamo spingere e alzare l’asticella. La alzo io, il mio staff, i giocatori, la alzeranno i dirigenti e il club. Tutti uniti, per cambiare la storia, altrimenti sarà sempre uguale e sarà un peccato perché significa che avremmo vivacchiato e a me non piace. E cerco di trasferirlo a tutto l’ambiente”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy