Eriksen si sfoga un’altra volta: “A gennaio vedremo”. Un pericolo preoccupa il danese

Il danese, come nella prima pausa per le Nazionali, ha parlato del suo momento inatteso all’Inter dove non è riuscito ad incidere

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano
Non poteva certo immaginarsi di vivere quello che sta vivendo all’Inter. Christian Eriksen è arrivato con tanto di entusiasmo a Milano e pure l’ambiente lo aveva accolto alla grande, a partire dal video di Inter Media House registrato alla Scala.
Anche questa volta, dal ritiro della sua Nazionale, ha fatto sapere che alla Pinetina non ha trovato la situazione che sognava. «Penso che tutti i calciatori vogliano giocare il più possibile. Non è mai divertente stare in panchina, ma è l’allenatore che decide chi gioca», ha detto. “Ma in questo primo scorcio di stagione ha avuto le sue occasioni. Il vero problema è che se le è giocate male”, scrive il Corriere dello Sport. Tre le gare che Conte gli ha concesso da titolare:  Borussia Moenchengladbach, Genoa e Parma. E lo ha sostituito nella ripresa sempre, ma ci si aspettava più mordente, più incisività. Poi con Real Madrid e Atalanta è rimasto in panchina.
Getty Images
Al Tottenham il suo era un ruolo di primo piano e all’Inter i tifosi lo hanno accolto benissimo, ma questo non gli è bastato per diventare protagonista. Non è riuscito a trovare un posto principale tra le gerarchie di Conte.Il pericolo per il giocatore è proprio quello di assuefarsi ad essere solo un rincalzo e poi di non riuscire a dare il massimo una volta chiamato in causa”, sottolinea il CdS. 
(Fonte: Corriere dello Sport)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy