Eriksen: “Inter? Non va come sognavo. Addio a gennaio? Vedremo. Per quanto ne so…”

Il danese torna a parlare del suo scarso impiego all’Inter

di Marco Macca, @macca_marco

Arrivano forti e chiare le parole di Christian Eriksen direttamente dal ritiro della Danimarca. E sono parole che di sicuro faranno discutere, quelle del centrocampista dell‘Inter.

Getty Images

Che, intervistato dall’emittente TV2, è tornato a parlare della sua situazione in nerazzurro, aprendo, di fatto, a un addio a gennaio, qualora l’impiego riservatogli da Antonio Conte dovesse restare così scarso. Ecco, infatti, le parole di Eriksen:

Getty Images

TIFOSI E CONTE – “No, non era quello che avevo sognato. Penso che tutti i calciatori vogliano giocare il più possibile, ma è l’allenatore che decide chi gioca. C’è una situazione in cui la maggior parte dei tifosi mi vorrebbe veder giocare. E, ovviamente, è anche quello che vorrei io. L’allenatore ha un’idea diversa, che tu come giocatore rispetti. In questo momento le cose per l’Inter non stanno andando bene, ma in passato, quando non giocavo tanto, comunque sono arrivate tante vittorie. Quindi rispetto pienamente il fatto che gioco meno quando la squadra vince”.

FUTURO – “Nazionale? Mi sento più fresco di prima, perché ho meno minuti nelle gambe. Mentalmente, ovviamente, è stata dura perché non ero abituato a sedermi in panchina, ma ora mi ci sono abituato. Futuro? Per adesso mi concentro sul calcio giocato. Vedremo se accadrà qualcosa o meno quando si aprirà la finestra di mercato. E’ qualcosa che devo decidere con il club. Non ho sentito nulla e, per quanto ne so, resterò all’Inter anche dopo l’inverno”.

(Fonte: TV2)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy